aprire un e-commerce

Checklist Ecommerce 2015: “di quel che c’è, non manca nulla”

Una semplice e chiara “to do list” per aprire un e-commerce che funziona!

In linea coi buoni propositi dell’anno, arrivano le checklist e i famosi “to do”. Non vi tedierò con un’ammirevole lista delle cose da fare prima dei trent’anni o sui luoghi da visitare prima di arrivare alla pensione (anche se..) ma con un semplice ed “umile” elenco di azioni e attività da fare e spuntare quando si decide di pensare, ideare e costruire e aprire un e-commerce.

Sì, lo so. Di checklist sull’ecommerce, il web ne è zeppo ma la seguente lista nasce dall’esperienza concreta, maturata in questi anni, delle relazioni con partner e clienti più o meno stimolanti e, certo, da una veloce ricerca bibliografica on line. Come nel raccontare tutte le storie, per non risultare troppo prolissa ma, soprattutto, per creare suspance, iniziamo con la prima parte: la checklist che è comune a tutte le pagine di un ecommerce. Sicuramente mancherà qualcosa ma, come ricorda un detto popolare “di quel che c’è, non manca nulla”. Cominciamo:

  • Assicurati di avere un logo interessante e pulito. Oppure chiedi al tuo grafico di fiducia di farne uno nuovo (o di farti fare un refresh, una versione 2.0!)
  • Realizza un favicon coordinato alle grafiche del tuo ecommerce: è spiacevole vedere il logo del cms usato per lo sviluppo nell’etichetta del browser!
  • Controlla che il tuo ecommerce funzioni su tutti i device e su tutti i browser (praticamente che sia responsivo), per capirlo usa gli strumenti per sviluppatori di Chrome o Mozilla
  • Fa in modo che sia veloce (Google suggerisce):
  • Mostra in alto e chiaramente un campo testuale “cerca”
  • Inserisci una fascia, sempre in alto per la customer strip (dove potrai scrivere alcuni tuoi plus: ad es. spedizione gratuita sopra ai tot, reso gratuito, …)
  • Definisci un’area dove puoi mostrare i brand più venduti nel tuo sito (se ne hai)
  • Dedica uno spazio per un testo SEO e un H1
  • Predisponi l’ecommerce per il multilingua, se necessario
  • Inserisci call to action ben definite per indirizzare i clienti alle pagine di vendita più importanti
  • Crea uno store locator se hai negozi fisici
  • Elenca visivamente (se la customer strip non è sufficiente) i vantaggi dell’acquistare proprio nel tuo ecommerce (e non in quello dei tuoi competitors)
  • Socials: condivisione e like. Utilizza quelli in linea con il tuo business e abbi cura di aggiornarli.
  • Permetti l’autenticazione anche tramite login dei social ma non costringere mai l’utente ad usarlo. Piuttosto offri la possibilità di registrazione in vari punti del sito.
  • Installa un modulo per la recensione globale dell’ecommerce o dei singoli prodotti: rasserena e incoraggia gli acquisti ai nuovi utenti
  • Inserisci, se ne hai, certificazioni sull’affidabilità del tuo store online: creano un senso di sicurezza e offrono la giusta tranquillità agli utenti che devono lasciare i propri dati personali
  • Breadcrumb: deve essere presente e linkabile in tutte le pagine del tuo ecommerce. Permette all’utente di orientarsi e navigare agevolmente
  • Usa il footer per inserire le informazioni di servizio:
    • Informazioni generali di contatto (ricorda: gli italiani amano il telefono)
    • Termini e condizioni
    • Condizioni Generali di Vendita
    • Modalità di pagamento
    • Modalità e spese di consegna
    • Garanzia (se c’è)
    • Recesso e Reso
    • Privacy
    • Cookies
  • Inserirci una live chat (assicurati che ci sia qualcuno che la segua) per offrire un miglior servizio ai clienti e ai visitatori
  • Fa in modo che il carrello sia ben riconoscibile e inserisci le miniature dei prodotti al suo interno. Anche il bottone checkout deve essere ben visibile
  • Rendi ben visibile un form per l’iscrizione alla newsletter. L’utente potrà ricevere aggiornamenti e avere uno sconto (e tu avere un database ben fornito su cui fare attività di marketing)
  • Cura le email transazionali, cioè tutte quelle mail che partono dall’ecommerce e arrivano al cliente. Riguardano la gestione del negozio: dalla conferma dell’ordine fino alla spedizione..
  • Le immagini sono importanti: evita di lasciare uno spazio vuoto con la filigrana del cms usato per lo sviluppo del tuo ecommerce
  • Ricordati di linkare tutte le immagini presenti nel tuo store: se hai la necessità di caricarne qualcuna di “servizio” o di un prodotto che non è più disponibile, sostituisci il collegamento con un link ad una descrizione indicando perché non è più disponibile e rilanciando con altre promo o ad altri prodotti.

Fonti

http://wemakewebsites.com/c/keywall/12982398759
http://www.cueblocks.com/blog/wp-content/uploads/2012/12/Board-4-02.png
http://ecommerce-platforms.com/articles/ultimate-checklist-every-new-ecommerce-site
http://www.hongkiat.com/blog/essential-things-ecommerce-site-should-have/
http://www.smashingmagazine.com/2013/11/11/guidelines-navigation-categories-ecommerce-study/
http://www.giovannicappellotto.it/3887-checklist-sito-we/

Cominciamo un progetto insieme?

Chiama lo 049 71 98 93 oppure compila il form qui sotto

Altri articoli dal blog