Chi Visita Ecommerce

Chi visita il tuo e-commerce? 4 tipologie di visitatori online

Wish Lister, Gemelli Incerti, Cliente Appassionato o Gemelli Impegnati? Ti sei mai chiesto a quale tipologia di visitatori appartiene chi visita il tuo e-commerce?

I negozi fisici hanno probabilmente un vantaggio in più. Quando un cliente entra, il venditore capisce se se la persona vuole comprare o meno. E’ in grado di interpretare la volontà del cliente, sa scegliere la corretta maniera di porsi, di coinvolgerlo, consigliarlo e spingerlo all’acquisto.
Con l’ecommerce, questa dinamica, ovviamente, cambia! Non potendo vedere  il cliente in carne ed ossa diventa più difficile intercettare i comportamenti e notare i segnali che possono portare all’acquisto.

Come ci si attrezza online?

Certo, non si potranno recepire i messaggi non verbali del nostro cliente ma possiamo ricavare altre informazioni utili che riconducono ad un “linguaggio del corpo digitale”:

  1. come effettua la ricerca
  2. cosa clicca
  3. come rimbalza da una pagina ad un’altra
  4. come prova il taglia/colore (e le varianti)
  5. se condivide sui socials
  6. come utilizza i filtri
  7. se aggiunge al carrello
  8. come scrolla le pagine
  9. se legge le specifiche del prodotto
  10. se salva il link delle pagine
  11. come usa la wishlist

Con tutti questi dati siamo in grado di delineare alcuni comportamenti digitali, utili per capire chi visita il tuo e-commerce, attivare una strategia efficace nello store online e incrementare le vendite.

Lo studio è presentato da Targeting Mantra e ha  identificato 4 tipologie di visitatori online:

  1. Il Wish Lister, ovvero la versione online di chi guarda le vetrine dei negozi
  2. I Gemelli Incerti, l‘Insicuro e l’Affarista
  3. Il Cliente Appassionato, il migliore cliente di un ecommerce
  4. I Gemelli Impegnati, le tipologie più conflittuali: il Visitatore Razionale e l’Ottimizzatore

Vediamoli nel dettaglio:

1. Il Wish Lister

chi visita il tuo e-commerce

“Vorrei averli tutti. Fortunatamente sono tutti solo nel mio carrello online 😉 il mio guardaroba virtuale!”

Comportamento:

  • Controlla tutte le categorie
  • Cerca e scrolla a lungo
  • Visita assiduamente la pagina prodotto
  • Aggiunge con molta attenzione i prodotti al carrello
  • Ne sposta alcuni nella wishlist
  • Abbandona l’ecommerce senza aver completato l’acquisto
–  Non usare come leva prodotti a buon mercato 
+  Stimolare l’acquisto con uno sconto a sorpresa

—> Strategia: invio ciclico e continuativo di email con offerte e sconti

2. I gemelli incerti: l’Insicuro e l’Affarista

Gemelli incerti: chi visita il tuo e-commerce?

“Non posso fare un acquisto in tutta velocità. La mia scelta deve essere la migliore sia in termini di qualità che di prezzo”
“E se altri brand avessero un prodotto migliore nella stessa fascia di prezzo?! Non può succedermi una cosa simile!”

Comportamento:

  • Controllano i prodotti raccomandati e i più venduti
  • Controllano le caratteristiche tecniche
  • Cercano tutte le varianti e i marchi alternativi
  • Li comparano
  • Aggiungono alcuni prodotti al carrello
  • Completano la registrazione
  • Aggiungono quantità e i codici sconto
  • Ricontrollano le caratteristiche tecniche e le varianti
  • Controllano ancora le recensioni dei clienti
  • Molte volte abbandonano il carrello senza aver completato l’acquisto
– L’abbondanza di scelte non facilita l’acquisto
+ Utilizzare messaggi incoraggianti e feedback positivi durante il percorso d’acquisto

—> Strategia: limitare il numero di opzioni per ogni prodotto

3. Il cliente appassionato

Appassionato: chi visista il tuo e-commerce?


“Non posso aspettare per avere l’ultimo prodotto. Tutti i miei amici mi chiederebbero le recensioni e mi sommerebbero di richieste. Wow! Consegna in 24 ore? Lo adoro! :)”

Comportamento:

  • Homepage
  • Salta i filtri e va direttamente alla categoria degli ultimi arrivi
  • Apre diverse tab per prodotto nel browser
  • Passa molto tempo familiarizzando e affezionandosi al prodotto, ai colori, ai disegni, agli accessori
  • Aggiunge vari prodotti al carrello
  • Scrolla felicemente nel suo enorme carrello
  • Fa l’acquisto della vita
– Evitare di inserire informazioni superflue sul prodotto, preferire una sola immagine senza varianti disponibili
+ Sfruttare il fattore emozionale con grandi e accattivanti immagini

—> Strategia: Mostra il prodotto live con un video

4. I gemelli impegnati: Il Visitatore Razionale e l’Ottimizzatore

Gemelli Impegnati


“So esattamente cosa voglio. Quindi perchè perdere tempo scrollando meccanicamente? Fatemi inserire i valori nei filtri giusti e risulta quello che più mi interessa. Qualsiasi cosa appaia in cima alla lista, va nel mio carrello”
“Solo perchè ho sufficiente denaro per soddisfare le mie esigenze, non lo sperpererò su quanto sia bello un prodotto. Comprerò solo quello che mi da più valore. Devo guadagnare tempo, non impressionarmi.”

Comportamento:

  • Homepage
  • Saltano direttamente alla categoria oppure usano la ricerca interna
  • Spingono al massimo i filtri
  • Risultati della ricerca
  • Se c’è una lista dei prodotti l’ottimizzatore compra al primo colpo e passa all’acquisto successivo
    il visitatore razionale invece
  • Guarda le specifiche tecniche
  • Compra i prodotti
  • Restringe la ricerca a 2/3 opzioni
  • Controlla le recensioni dei clienti
  • Compra solo quando è convinto altrimenti lascia il sito senza nessun acquisto
– Filtri poco utili, ricerca interna poco strutturata, checkout troppo lento, nessuna possibilità di comparazione dei prodotti
+Supportare le decisioni nella giusta maniera: filtri ben fatti e liste di prodotti

—> Strategia: Raggruppa i prodotti anche per utilità, mood, look, occasione o in altre tipologie che possono aiutare il cliente durante il processo di acquisto

Differenza fra l’Affarista e il Visitatore Razionale

  • L’Affarista vuole massimizzare ogni cosa: prezzo, benefici, caratteristiche del prodotto e potrebbe accontentarsi di un prodotto mediocre. Lascia lo store per paura di fare un cattivo acquisto.
  • Il Visitatore Razionale, invece, utilizza argomentazioni logiche a supporto dell’acquisto di un determinato prodotto. Lascia lo store senza acquisti solo se è convinto che il sito non possa offrirgli nulla che meriti il suo tempo, soldi o attenzione.

Come in un negozio fisico, anche le piccole cose possono fare la differenza! Un click, una visualizzazione, un carrello abbandonato: tutto aiuta a capire il comportamento del visitatore. Dettagli che ci permettono di raffinare l’ecommerce e a potenziare l’assistenza clienti.
Qui l’infografica.

Cominciamo un progetto insieme?

Chiama lo 049 71 98 93 oppure compila il form qui sotto

Altri articoli dal blog