Controversie dopo un acquisto online? Ora puoi risolverle grazie alla nuova piattaforma UE Online Dispute Resolutions

Home » Blog » E-commerce » Controversie dopo un acquisto online? Ora puoi risolverle grazie alla nuova piattaforma UE Online Dispute Resolutions

Dal 15 febbraio i consumatori hanno uno strumento in più per tutelare i loro acquisti in internet: parliamo della piattaforma Online Dispute Resolutions (ODR) progettata dalla Commissione Europea.

Il portale permette la risoluzione delle controversie tra consumatori e commercianti dopo un acquisto online, sia esso un bene o un servizio.

Questo processo snellisce la più faticosa (e costosa) procedura giudiziaria che prevede tempi più lunghi a favore, invece, degli organismi di risoluzione alternativa delle controversie (ADR) che sono direttamente collegati alla piattaforma multilingue.

Online Dispute Resolutions piattaforma


Come funziona la richiesta di reclamo?

  1. Il consumatore presenta la sua richiesta di reclamo tramite l’apposito modulo
  2. Consumatore e Commerciante hanno tempo 30 giorni per scegliere un organismo di risoluzione delle controversie che possa trattare il caso. L’ elenco è disponibile all’interno della piattaforma Online Dispute Resolutions . Se l’accordo sulla scelta non è preso, il reclamo non sarà preso in considerazione. Se l’accordo, invece, è trovato tutti i dettagli saranno trasmessi all’organismo prescelto.
  3. L’organismo ha tempo tre settimane per decidere se ha la competenza per trattare il reclamo e richiedere, se necessarie, altre informazioni integrative.
  4. La procedura si chiude entro 90 giorni, al termine dei quali l’organismo fornirà una risposta.

I commercianti dovranno inserire un link, all’interno del proprio e-commerce

esempio link ODR e-commerce

che permetta al consumatore di visitare la piattaforma Online Dispute Resolutions ODR per accedere alle varie informazioni e compilare, se necessario, l’apposito modulo.

0